DESIGN ATTITUDE

Il Posta Design Hotel si trova in un edificio costruito dal noto architetto comasco Giuseppe Terragni durante la sua breve vita (1904-1943).

Terragni, come uno dei principali fondatori del movimento Razionalista, si impegnò molto affinché lo spirito e i valori di questo movimento di avanguardia fossero riconosciuti a Como, città in cui era nato.

Il “Posta” è stato infatti uno dei primi edifici realizzati su suo disegno (1930-1931) e solo dopo che almeno sei delle sue proposte fatte in precedenza fossero scartate per l’approccio rigoroso e fortemente modernista.

Anche quella del Posta fu molto osteggiata, tanto che fu obbligato a smorzarne fortemente i toni per riportare il progetto all’interno di forme e linee più neoclassiche come lo stile del tempo voleva.

Quando nel 2013 il gruppo Lariohotels decise di rinnovare completamente il vecchio Albergo Posta e di prenderne la gestione diretta, lo fece con l’obiettivo di onorare il più possibile la visione originale del famoso architetto: da qui il compimento della ristrutturazione che, partendo dal”atteggiamento poco incline del razionalismo alle frivolezze , ha rimodellato in chiave moderna gli interni con occhio attento a una certa purezza estetica e alla funzionalità degli spazi. Inoltre ha attuato, dove possibile, il restauro di elementi ancora presenti nell’edificio di Terragni stesso.

Grande cura è stata quindi riposta sia nel preservare la scala in marmo Giallo d’Istria ( un materiale molto caro al grande architetto) sia nel rendere questo materiale il più protagonista possibile utilizzandolo per esempio nei bagni di ogni camera.

Ogni locale dell’albergo riflette l’eleganza del design italiano più bello e di prestigio: da Baxter per tutti gli imbottiti a Luceplan e Foscarini per le luci e a CEA per le rubinetterie.

Senza dimenticare l’arredo: disegnato su misura dal team di architetti incaricati della ristrutturazione e realizzato da aziende artigiane del territorio.

Linee pulite, semplici, sofisticate nella loro essenzialità con un accento in più conferito dalla magica luce del lago di Como.